L'importanza del mastice

Domande su tecniche avanzate, lavorazioni di rifinitura, esposizione.

L'importanza del mastice

Messaggioda girella » 17 feb 2012, 20:25

Buona sera a tutti!
Quanto è importante l'applicazione del mastice dopo una potatura? A me hanno insegnato che dopo aver fatto un taglio non bisogna mai lasciarlo scoperto, e che è possibile applicare sopra della terra bagnata in mancanza del mastice.
Un'altra domanda è: è vero che il mastice, oltre a proteggere la ferita, dà un aspetto più bello in futuro?
Vi prego non prendetemi in giro, sono banali come domande ma per me è importante sapere :oops:
Grazie a tutti
"Solo un Bambino Saggio comprende il linguaggio dei Fiori e degli Alberi" - Helen Keller
Avatar utente
girella
Utente Abituale
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 14 feb 2012, 20:26
Località: provincia di Cosenza

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda giorgioc » 17 feb 2012, 21:52

dopo un taglio di potatura, specialmente se oltre un certo diametro è importantissimo che la superficie non si disidrati. Questo favorirà la formazione del callo cicatriziale. I metodi sono i più svariati, dal mastice a base vinilica, alla miracolosa pasta giapponese con ormoni, i cui componenti sono avvolti dal mistero, al foglio di alluminio, ecc.
Immagine
Associazione Bonsai DLF Legnago (VR)
http://legnagobonsai.blogspot.com/
Avatar utente
giorgioc
Moderatore
 
Messaggi: 2493
Iscritto il: 24 gen 2006, 13:36
Località: Montagnana (PD)

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda girella » 17 feb 2012, 23:38

E quindi scusami, alla fine la cicatrice risulterà addirittura "gradevole"? Cioé potrebbe diventare anche un punto di forza della pianta?

Io non mi spiego come mai alcuni tagli rimangono lisci mentre altri si arrotondano di più verso l'esterno, non so come dire, come se ci fosse un buco con il bordo rialzato, capite che intendo? :? :shock:
"Solo un Bambino Saggio comprende il linguaggio dei Fiori e degli Alberi" - Helen Keller
Avatar utente
girella
Utente Abituale
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 14 feb 2012, 20:26
Località: provincia di Cosenza

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda effimero » 18 feb 2012, 0:26

le piante in genere reagiscono al taglio cercando di formare un callo quindi creando una copertura della ferita.
il primo scopo che si vuole ottenere applicando un mastice o una copertura è impedire l'entrata di microrganismi(funghi batterie quant'altro).nel bonsai si fa di necessità virtù e quindi si cerca di "abbellire" il taglio dando alle piante aspetti sofferti e vissuti.l'uso di tronchesi concave fa in modo da lasciare le pareti del taglio ad un livello più alto del centro in modo da stimolare la pianta a produrre un callo che coprirà con il tempo la ferita
aspettiamo pareri più autorevoli.
ciao
Avatar utente
effimero
Utente Junior
 
Messaggi: 81
Iscritto il: 3 apr 2008, 11:40
Località: monterotondo(RM)

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda kordonbleu » 18 feb 2012, 13:12

coprire i tagli è importante soprattutto perchè può essere veicolo di infezioni e si consiglia sempre un taglio obliquo per evitare ristagni di acqua
Avatar utente
kordonbleu
Utente Senior
 
Messaggi: 1133
Iscritto il: 12 feb 2010, 21:04
Località: teramo

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda francobet » 19 feb 2012, 22:41

io, in particolare sulle latifoglie, uso l'alluminio.
decisamente ottimo!!!
Immagine
Avatar utente
francobet
Moderatore
 
Messaggi: 11457
Iscritto il: 11 lug 2005, 17:48
Località: serramazzoni ( mo ) 791 m/sm.

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda scarboc » 25 feb 2012, 12:17

Ecco,invece io con l'alluminio mi son trovata male,ma molto probabilmente lo cambiavo troppo poco.Man mano che il callo si forma sposta il nastro adesivo,e sotto mi ci si annidava di tutto :?
Ho trovato invece molto comodo il comune mastice per potature che si trova nei garden,quello giapponese non si trova da nessuna parte,almeno da me,e questo mastice è economico e direi che fa la sua brava funzione protettrice.Forma una pellicola plastica che poi è un po' difficile rimuovere,ma una volta cresciuta la pianta e ricallata la ferita se ne va da solo.
I tagli devono essere obliqui come diceva Kordon,ma devi "mangiarli" un po' internamente,renderli concavi,altrimenti ti si forma una ciambella sporgente antiestetica.Ecco cos'è successo a me dopo una capitozzatura liscia e senza scavi su un faggio...adesso è tutto da rifare :cry:
002.JPG
002.JPG (45.79 KiB) Osservato 1632 volte
Immagine
Avatar utente
scarboc
Collaboratore
 
Messaggi: 4945
Iscritto il: 21 set 2008, 12:20
Località: provincia di Cremona

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda girella » 26 feb 2012, 21:40

Ops! In effetti è un pò antiestetica!
Io purtroppo non ho ancora la tronchese adatta, dovrei comprarla, la sto cercando ma da me non si trova, dovrei comprarla su internet. C'è comunque qualcosa che posso utilizzare per scavarlo un pò?
Grazie!
"Solo un Bambino Saggio comprende il linguaggio dei Fiori e degli Alberi" - Helen Keller
Avatar utente
girella
Utente Abituale
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 14 feb 2012, 20:26
Località: provincia di Cosenza

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda foOl » 9 mar 2012, 18:01

Ma è vero che il vinavil va bene al posto del mastice?
E se si anche per tagli alle radici?
Avatar utente
foOl
Utente Abituale
 
Messaggi: 245
Iscritto il: 27 set 2011, 14:12
Località: Roma

L'importanza del mastice

Messaggioda Chokkan » 9 mar 2012, 18:55

Il vinavil è un ottimo sostituto del mastice, forma una pellicola protettiva come il mastice fluido. Per piante importanti comunque io consiglio il mastice japponese modellabile. Per le radici io non ne ho mai usato, non credo sia indispensabile ma non ti so dire.
Avatar utente
Chokkan
Utente Senior
 
Messaggi: 803
Iscritto il: 18 giu 2010, 19:26
Località: Salerno

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda Cassandra » 9 mar 2012, 20:39

foOl ha scritto:Ma è vero che il vinavil va bene al posto del mastice?

Sì però bisogna prendere quello "per esterni" che è resistente all'acqua. :wink: Io lo uso abitualmente soprattutto sui piccoli tagli delle conifere. :wink: Non lo uso invece per le radici perchè bisognerebbe aspettare che si asciughi ma intanto si asciugherebbero anche le radici e questo non deve avvenire. :wink:
Immagine
Intanto lo faccio, poi mi pento! (Bud Spencer :mrgreen: )
Avatar utente
Cassandra
Moderatore
 
Messaggi: 5160
Iscritto il: 11 giu 2007, 0:45
Località: Roma 130 mt s.l.m.

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda GoJu » 9 mar 2012, 21:10

Su pini io uso solo vinavil da esterni. Ho anche un vinavil color corteccia per piante già ad un buon livello di coltivazione.
Per i ginepri e le poche latifoglie che ho, uso mastice giapponese.

Piccolo trucco, se la pianta non fa il callo ma ritira linfa, è possibile mascherare il taglio con pezzetti di corteccia asportati dalla pianta e incollati (sempre con vinavil). E' una soluzione che dura nel tempo.
Avatar utente
GoJu
Site Admin
 
Messaggi: 8192
Iscritto il: 17 lug 2005, 12:02
Località: Prov. CO 370m slm

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda foOl » 12 mar 2012, 2:50

Cassandra ha scritto:
foOl ha scritto:Ma è vero che il vinavil va bene al posto del mastice?

Sì però bisogna prendere quello "per esterni" che è resistente all'acqua. :wink: Io lo uso abitualmente soprattutto sui piccoli tagli delle conifere. :wink: Non lo uso invece per le radici perchè bisognerebbe aspettare che si asciughi ma intanto si asciugherebbero anche le radici e questo non deve avvenire. :wink:


Perfetto. Sinceramente da studente non posso permettermi troppo lussi per questa passione :D Se posso risparmiare almeno sul mastice lo faccio volentieri :)

Quindi in caso di potature a grosse radici usi il mastice o non usi nulla?
Avatar utente
foOl
Utente Abituale
 
Messaggi: 245
Iscritto il: 27 set 2011, 14:12
Località: Roma

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda Cassandra » 13 mar 2012, 0:31

foOl ha scritto:Quindi in caso di potature a grosse radici usi il mastice o non usi nulla?

Per i tagli alle radici, eccetto quelle piccole sulle quali non metto nulla, uso il mastice da innesti, lo uso da anni e mi sono trovata sempre benissimo. :wink:
Immagine
Intanto lo faccio, poi mi pento! (Bud Spencer :mrgreen: )
Avatar utente
Cassandra
Moderatore
 
Messaggi: 5160
Iscritto il: 11 giu 2007, 0:45
Località: Roma 130 mt s.l.m.

Re: L'importanza del mastice

Messaggioda foOl » 13 mar 2012, 16:44

Grazie ancora :)
Avatar utente
foOl
Utente Abituale
 
Messaggi: 245
Iscritto il: 27 set 2011, 14:12
Località: Roma


Torna a Tecniche Avanzate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite