TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Discussioni generali sulla coltivazione di bonsai e prebonsai.

TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda alexabcd » 3 apr 2009, 19:08

Ci sono gli anziani che parlano sempre di seminare, tagliare legna e potare i frutteti con luna calante o luna crescente? che benefici dovrebbero esserci a seconda del taglio con luna calante e luna crescente dovrebbe esserci per i nostri bonsai?
Avatar utente
alexabcd
Utente Abituale
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 22 feb 2007, 19:11
Località: Padova

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda PEPE » 3 apr 2009, 19:53

se ne è già parlato e riparlato, se usi la funzione cerca potrai vedere.

Comunque: se poti in luna calante la crescita sarà contenuta, mentre in luna crescente la crescita dovrebbe essere maggiore. Praticamente quando la luna cresce si avranno nascite e crescite, se la luna cala il contrario (il tutto comunque non è comprovato, ma solo a "dicerie" contadine... che spesso funzionano).
Avatar utente
PEPE
Collaboratore
 
Messaggi: 4056
Iscritto il: 2 gen 2007, 10:53
Località: OPPEANO, Verona (26mt s.l.m.)

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda cliat » 4 apr 2009, 12:38

si c'era un posto dove avevo riportato qualcosa dal web pari pari, a ritrovarlo....
Avatar utente
cliat
Collaboratore
 
Messaggi: 5167
Iscritto il: 20 gen 2007, 10:12
Località: Firenze 50 mt s.l.m

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda alexabcd » 4 apr 2009, 12:58

eh eh... il sapere dei nonni!

provo ad informarmi che potrebbe essere utile!
Avatar utente
alexabcd
Utente Abituale
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 22 feb 2007, 19:11
Località: Padova

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda GoJu » 4 apr 2009, 13:31

Io non critico le tradizioni, ci mancherebbe.... Ma un campo agricolo o un frutteto sono una cosa, un bonsai è un'altra.... Soprattutto per il fatto che il tiraggio di linfa di un bonsai non è assolutamente paragonabile ad un albero in piena terra
Avatar utente
GoJu
webmaster / moderatore
 
Messaggi: 8107
Iscritto il: 17 lug 2005, 12:02
Località: Prov. CO 370m slm

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda cliat » 4 apr 2009, 14:00

si infatti, sarebbe da capir bene poi qual'è il motivo fisiologico alla base di tutto ciò...
Avatar utente
cliat
Collaboratore
 
Messaggi: 5167
Iscritto il: 20 gen 2007, 10:12
Località: Firenze 50 mt s.l.m

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda pattyfly » 5 apr 2009, 16:02

alexabcd ha scritto:Ci sono gli anziani che parlano sempre di seminare, tagliare legna e potare i frutteti con luna calante o luna crescente? che benefici dovrebbero esserci a seconda del taglio con luna calante e luna crescente dovrebbe esserci per i nostri bonsai?


A questo proposito ho pubblicato un articolo che è riportato sulla sezione " articoli degli utenti "
Leggetelo e speriamo che troviate delle risposte esaurienti
:D :D :D
Avatar utente
pattyfly
Utente Senior
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 21 ott 2008, 21:54

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda boba74 » 6 apr 2009, 15:05

Riguardo la luna, io sono sempre stato un po' scettico sulla sua influenza. O meglio, non discuto che qualche influenza ci sia, ma ancora non è chiaro se sia un influsso della luce oppure della gravità.
Infatti, non mi convince molto il fatto che le piante siano influenzate dalla luce lunare: la luce lunare è nient'altro che il riflesso di quella solare su un pianeta molto distante dalla terra, quindi oltre a essere di intensità troppo debole, non vedo che differenza possa fare paragonata alla quantità di luce solare che riceve durante il giorno, la cui variabilità nelle diverse ore e da un giorno all'altro rende il contributo della luna praticamente inesistente (Anche solo l'intensità solare può variare a causa dei fenomeni sulla superficie del sole, e questo incide sulla radiazione solare incidente, molto di più di quanto non possa incidere l'intensità della luce lunare). Inoltre, la periodicità della luce lunare è oscurata da eventuali fenomeni atmosferici (nuvole), oppure terrestri (ostacoli naturali o artificiali che in parte "oscurano" la volta celeste riducendo di conseguenza la luce lunare (così come quella solare) che arriva a terra. Oltre a questo, la luce lunare non può a mio avviso influenzare i semi (che quando germogliano stanno sottoterra, dove appunto la luce non può arrivare...), e idem vale per le radici. La potatura avviene rimuovendo la vegetazione, che è il vero sensore luminoso delle piante, perciò non può nemmeno influenzare il flusso della linfa.
Ritengo invece che una spiegazione più ragionevole dell'influsso lunare sulla vita possa avvenire mediante l'influsso gravitazionale, più che a quello luminoso.
Dal punto di vista dell'attrazione gravitazionale infatti, sulla superficie terrestre la luna ha effetti paragonabili a quelli del sole, se non superiori a volte, e infatti è proprio la variazione della posizione di sole-terra-luna a causare le maree e tutto ciò a cui sono collegate.
Per le maree non conta tanto la "luminosità" della luna, e quindi la sua "fase", ma semmai la posizione relativa a livello orbitale.
Ora, il periodo "sinodico" di 27-28 giorni (quello delle fasi lunari), è diverso dal periodo "siderale" (cioè della rivoluzione della luna attorno alla terra) che avviene in 29-30 giorni, perchè trascorsa una rivoluzione completa, nel frattempo anche la terra si è spostata rispetto al sole, perciò i 3 pianeti non si trovano esattamente nella stessa posizione reciproca, bensì con un giorno in più.
Tutavia, se per semplicità ipotizziamo che le orbite di terra e luna siano circolari (che non è, ma semplifichiamo), risulta che ogni 4 settimane all'incirca coincide l'angolo formato da sole-terra-luna, perciò di fatto anche l'attrazione gravitazionale complessiva su un punto della superficie terrestre segue questa periodicità. Perciò non è la "luna" con le sue fasi a influenzare direttamente la terra, ma semmai la posizioe reciproca della terra rispetto a sole e luna insieme.
Comunque rimango con delle perplessità, perchè in realtà le orbite sono ellittiche, perciò anche le distanze relative tra sole terra luna variano nel tempo, senza seguire necessariamente gli stessi periodi delle fasi, e per chi conosce la legge di Newton, l'attrazione gravitazionale di un corpo sull'altro è inversamente proporzionale al quadrato della distanza, perciò variando questa anche di poco, l'effetto può cambiare molto...
Immagine
L'evoluzione c'entra sempre.
Avatar utente
boba74
Moderatore
 
Messaggi: 8134
Iscritto il: 7 lug 2005, 9:22
Località: Ferrara (-0,5 m.s.m)

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda GoJu » 6 apr 2009, 15:16

Segnalo un articolo di Silvano Fuso del centro studi CICAP (famoso per i suoi membri a dir poco illustri)

Buona lettura
http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=100020
Avatar utente
GoJu
webmaster / moderatore
 
Messaggi: 8107
Iscritto il: 17 lug 2005, 12:02
Località: Prov. CO 370m slm

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda Darius » 7 apr 2009, 23:04

Seguendo il discorso di Boba, che condivido per la maggior parte, sicuramente la gravità è molto più influente della luce, anche se questa gioca un riulo fondamentali in alcuni biotopi come le barriere coralline in cui i coralli e moltissimi altri invertebrati, durante la luna piena di un preciso giorno all'anno e in un momento ben preciso, TUTTI gli animali (coralli) sprigionano in mare seme e uova che si feconderanno e andranno a colonizzare nuove aree, tutto questo con una precisione cronometrica e per adesso spiegata con le fasi lunari, (gravità e luce lunari), detto questo la spiegazione sull'allineamento dei pianeti è sicuramente sensato, e a mio giudizio giusto, il fatto è: che sincronia cè tra l'allineamento e le fasi? è possibile che queste siano allineate quasi tutto l'anno ma che lo scarto di 1-2 giorni ogni mese (differenza tra le due fasi che citavi) porti ad un errore di quasi un mese all'anno (o 2 anni), quindi ci vorrebbe un bell'astrolabio per tenere d'occhio la rivoluzione dei pianeti, cè qualcosa online per seguirla in tempo reale?
Dario @ Roma Bonsai Club http://www.romabonsai.org/
Avatar utente
Darius
Utente molto attivo
 
Messaggi: 2402
Iscritto il: 8 gen 2007, 12:43
Località: Roma

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda chiccox » 8 apr 2009, 9:36

Quoto boba sul discorso generale, e vorrei permettermi di aggiungere qualche nota in base alla mia esperienza.....
Per gli effetti indotti dalla luce bisogna considerare che l'albedo lunare (il rapporto tra luce ricevuta e riflessa) è di circa il 7% però per la storia della nuvole è differente in quanto bisogna considerare che alcune lunghezze d'onda della luce solare riescono ad attraversarle.
Per la gravità vi posso solo dire che nel caso del moto di satelliti attorno alla terra (e parliamo di attrezzatura del peso variabile da meno di 1 kg a diverse centinaia di kg che orbitano a distanze variabili tra i 250 e i 30000 km di "quota") l'effetto gravitazionale c'è di sicuro....infatti nei calcoli di meccanica del volo spaziale per i satelliti viene considerato l'effetto combinato di luna e terra.
Inoltre a causa di effetti gravitazionali c'è necessità di correggere le orbite a causa delle perturbazioni indotte dalla gravità lunare....per questo motivo i satelliti vengono dotati di un sistema di propulsione ad endoreazione (razzo) che serve proprio per controllarne l'assetto.....e la vita utile di un satellite è proprio determinata dalla quantità di combustibile imbarcabile...una volta che il combustibile è finito non è piu' possibile corregerne l'orbita e questo risulterà inservibile.
Per le orbite: in base alle leggi di Keplero (che so anche dimostrare matematicamente) si dimostra che un corpo nello spazio sottoposto ad azioni gravitazionali puo' assumere tre orbite differenti: parabolica, iperbolica ed ellittica....nel nostro caso l'orbita della luna è ellittica ma con un eccentricità molto molto bassa intorno al 5%,mentre l'eccentricità dell'orbita terrestre è 1,6% dunque entrambe possono essere trascurabili e percio' assimilabili ad orbite circolari.
Immagine
"Unflammable is not a challenge"
chiccox
Collaboratore
 
Messaggi: 2646
Iscritto il: 13 mar 2008, 14:46
Località: Bracciano - Roma - (364 m s.l.m)

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda francobet » 8 apr 2009, 14:07

è senza dubbio provato che la luna influenza tante cose sulla vita terrena.

ricordo un servizio del mitico Angela, che faceva un apocalittica prospettiva nel caso la luna dovesse sparire, o modificare la propria orbita in modo consistente. :shock: :shock:

di sicuro, hanno sempre detto, che si dovrebbe seminare in luna calante gli ortaggi che sviluppano la parte interrata ( carote, rapanelli...) e luna crescente quelle che sviluppano la parte aerea ( radicchi, insalata....).
senza ombra di dubbio l'imbottigliamento del vino, ( a proposito luna buona x imbottigliare vini frizzanti è da venerdì....infatti io sabato opererò.... :lol: :lol: :lol: con del lambrusco e pignoletto) e il tagli di legna per farci prodotti particolari, è da eseguire guardando la luna giusta.
per le potature, non ho mai provato, si dice che la linfa in luna crescente scorra più copiosa verso la chioma e quindi c'è più possibilità di perdite di linfa.
in luna calante questo effetto avrebbe un rallentamento.

si parla, però, di piante da alto fusto.
Immagine
Avatar utente
francobet
Moderatore
 
Messaggi: 10678
Iscritto il: 11 lug 2005, 17:48
Località: serramazzoni ( mo ) 791 m/sm.

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda alexabcd » 8 apr 2009, 21:06

cavolo, argomenti difficili!
ho dovuto leggere i post un paio di volte per assimilarli ...
Avatar utente
alexabcd
Utente Abituale
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 22 feb 2007, 19:11
Località: Padova

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda boba74 » 9 apr 2009, 9:21

Darius ha scritto: il fatto è: che sincronia cè tra l'allineamento e le fasi? è possibile che queste siano allineate quasi tutto l'anno ma che lo scarto di 1-2 giorni ogni mese (differenza tra le due fasi che citavi) porti ad un errore di quasi un mese all'anno (o 2 anni), quindi ci vorrebbe un bell'astrolabio per tenere d'occhio la rivoluzione dei pianeti, cè qualcosa online per seguirla in tempo reale?

C'è sincronia perchè il ritardo di 1-2 giorni è relativo al periodo di rivoluzione della luna attorno alla terra, ossia il tempo impiegato alla luna per tornare nella stessa posizione rispetto a un riferimento centrato sulla terra. Nel frattempo però anche la terra percorre un arco di orbita attorno al sole, perciò se consideriamo il "triangolo", formato da sole-terra-luna, questo si ripete (cioè viene a formare gli stessi angoli) prima che la luna abbia terminato il suo giro completo, ossia 1-2 giorni prima. PErciò le fasi di 28 giorni, fanno coincidere la posizione reciproca dei 3 pianeti dal punto di vista degli angoli, quindi sia come luminosità sia come combinazione delle forze gravitazionali.
Naturalmente, l'eccentricità delle orbite terrestri e lunari, e la non complanarità tra l'orbita terrestre e quella lunare, fa si che non c'è mai sincronia tra un mese e l'altro, ma sono effetti di ordine inferiore, non trascurabili, ma comunque più piccoli. Se si vuole essere più precisi, il vero ciclo lunare dura poco più di 18 anni (corrispondeti a 1 SAROS), dopo tale periodo infatti vengono a coincidere di nuovo con esattezza tutte le posizioni recirpoche delle orbite. Trascorso un Saros si ripete da capo tutto il ciclo delle eclissi e delle maree, cosa che permette di predirle anche senza bisogno di fare misurazioni astronomiche.
Immagine
L'evoluzione c'entra sempre.
Avatar utente
boba74
Moderatore
 
Messaggi: 8134
Iscritto il: 7 lug 2005, 9:22
Località: Ferrara (-0,5 m.s.m)

Re: TAGLIARE... luna calante o luna crescente?

Messaggioda Sergio Burgi » 9 apr 2009, 13:36

Comunque, non ci sono prove scientifiche, si può credere o meno..., il discorso è questo: si pota, si innesta, si pianta con luna calante. gli antenati tagliavano gli alberi per le navi solo in luna calante altrimenti si tarlava.

Le prove scientifiche non ci sono, però un dato c'è: genti che sono lontane, non si conoscono e non hanno mai avuto a che fare gli uni con gli altri, seguono le stesse regole....un motivo ci sarà!!!
Non giocare con la vita degli animali
Avatar utente
Sergio Burgi
Utente Abituale
 
Messaggi: 113
Iscritto il: 9 gen 2008, 15:57
Località: Matera 400 m.s.m

Prossimo

Torna a Coltivazione Bonsai e Prebonsai

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Google [Bot] e 6 ospiti