Acero

Discussioni generali sulla coltivazione di bonsai e prebonsai.

Acero

Messaggioda OKR » 23 giu 2006, 17:17

:shock:
Ciao sono due giorni che leggo forum su forum per capire perché sto uccidendo lentamente 4 aceri sul balcone di casa mia...
Vedo di dare più informazioni possibili per darvi la possibilità di salvare queste creature...
Abito a Bologna, e il mio terrazzino di 2 metri per 1,5 ha la ringhiera in metallo (quindi aperto e molto ventilato essendo pedecollinare) ed e' coperto dal terrazziono superiore.
L'esposizione é a nord, e il solo batte la mattina fino alle dieci e la sera dopo le sette. I vasi sono due e gli aceri sono alternati (rosso verde rosso verde). Quello rosso é un acer palmatum red flash (che sull'etichetta trova indicato "esposizione : pieno sole", di quello verde purtroppo ho perso l'etichetta.
Come più volte ho trovato descritto in altri messaggi, le punte delle foglie del rosso si sono rinsecchite e la foglie si accartoccia verso l'alto (a partire dalla sommità dell'alberello)... quello verde, invece, la punta delle foglie stà divendando marroncina e sembra seccare..
L'unico errore che mi hanno indicato come cagione di cotanto danno é l'aver innaffiato, la sera, l'acero dall'alto, "bruciando" così le foglie, ma non mi sembra che siano accartocciate solo le foglie che ho bagnato.. e per quanto riguarda l'acero verde le punte marroncine sono ovunque e sembrano aumentare ogni giorno.
All'inizio tenevo la terra secca (avranno patito sete?), ma ora annaffio alla base ogni sera verificando con il dito in profondità che il terreno sia umido, ma non essendo esperto non so se l'umido che percepisco sia troppo o poco...
please help me if you can...
OKR
 

Messaggioda lets » 23 giu 2006, 18:23

purtroppo gli aceri odiano il sole,o meglio,se sono abituati fin dall'inizio primavera resistono un pò di più,ma prima o poi seccano le punte,tienili all'ombra,anche se devo dire che quelle poche ore non dovrebbero fargli male,controlla sempre bene le annaffiature e se serve annaffia anche 2 volte al giorno,ma solo se serve veramente...magari posta una foto
Avatar utente
lets
Utente molto attivo
 
Messaggi: 8624
Iscritto il: 4 lug 2005, 18:31
Località: Santa Maria di Sala (Venezia).13m slm

Messaggioda gianfri » 23 giu 2006, 21:41

Ho anch'io un problema identico al tuo con un acero fire glow che è simile al tuo, purtroppo come ti diceva lets le foglie sono molto delicate ma la pianta di per se stessa sembra essere molto più resistene e nonostante i problemi stringe i denti. Mi sembra di avere capito che basta anche una sola volta che rimane senza acqua per prendersi il colpo di secco e le foglie sfortunatamente rimangono compromesse. Io lo prendo come lezione e l'anno prossimo ci starò più attento :wink:
Immagine
Avatar utente
gianfri
Utente molto attivo
 
Messaggi: 3973
Iscritto il: 30 apr 2006, 12:56
Località: Lago Maggiore - NO

Messaggioda camux » 23 giu 2006, 22:17

problema identico e cause....non troppo chiare.
Punte delle foglie secche che inizialmente pensavo dovessero essere in crisi per le radici sempre inzuppate.
Rinvasato dopo poco ha superato il rinvaso ma la cresita non è continuata e le foglie continuano a seccare dalla punta verso l'attaccatura che dite?
Ah dimenticavo, annaffio solo quando la akadama è secca e uso 66 f!
Grazie
Avatar utente
camux
Utente Abituale
 
Messaggi: 239
Iscritto il: 6 nov 2005, 15:31
Località: PONTEDERA

Messaggioda OKR » 26 giu 2006, 12:41

Grazie per i consigli, provo di inserire una foto al più presto.
Infatti la cosa che più mi preoccupa é evitare l'eccesso di annaffiatura e il conseguente marciume radicale..
Sono tornato dove ho preso l'acero e ho visto che alcuni esemplari in esposizione avevano nei rami superiori la stessa bruciatura mia..
L'addetto mi aveva indirizzato inizialmente verso un problema di terra o di acidità del terreno, ma dopo che gli ho mostrato le sue piante esposte ha convenuto che forse il troppo sole era la causa...
Ho mostrato anche a lui il cartellino dove veniva indicato :
Pieno sole non brucia al sole... E ha alzato le mani ...
Non mi dispiace tanto per gli euro spesi, quanto per l'acero.. Se avessi saputo che comunque al di la di quanto indicato non reggeva avrei evitato..
Purtroppo non posso ne obreggiarlo ne spostarlo da dove si trova, solo lì può stare..
Posso sperare , se ributta, di "fortificarlo" in qualche modo, con annaffiature più frequenti o concime specifico. E vero che annaffiandolo dall'alto ho bruciato le foglie?
Se si la vaporizzazione (letto in vari articoli come rimedio contro il gran caldo ), invece, le salverebbe, tenendole fresche e umide?
P.S. ..considerando che lavoro tutto il giorno e quindi posso accudirlo solo la mattina presto o la sera ...
Ancora grazie. :shock:
OKR
 

Messaggioda gianfri » 26 giu 2006, 13:01

Ragazzi, teniamo anche presente che stiamo avendo stagioni anomale quest'anno, dalla primavera ritardata all'estate asfissiante, come dicevo più sù anch'io sto riscontrando gli stessi problemi, ma mi limito a tenere l'acero all'ombra, ho anche interrotto le vaporizzazioni di giorno perchè anche se non è al sole le temperature dell'aria sono molto alte e altrettanto alto è il tasso di umidità già presente nell'aria e a quel che vedo le foglie naturalmente non sono migliorate ma neanche peggiorate.

X OKR, se ho capito bene stai nebulizzando più volte anche se la pianta è al sole, è un grosso errore, così ottieni solo di bruciare le foglie, fallo solo dopo il tramonto se proprio vuoi. :wink:
Immagine
Avatar utente
gianfri
Utente molto attivo
 
Messaggi: 3973
Iscritto il: 30 apr 2006, 12:56
Località: Lago Maggiore - NO

Messaggioda OKR » 26 giu 2006, 18:56

grazie gianfri, del consiglio, lo terro buono ed eviterò la nebulizzazione...
Speriamo che resista, per il momento spero di vederlo ributtare un pò... Serve un pò di incoraggiamento... per noi neofiti... :shock:
OKR
 

Messaggioda gianfri » 26 giu 2006, 20:15

Se ributterà lo farà quando le temperature torneranno ad abbassarsi e le giornate ad accorciarsi, la pianta la leggerà un po' come un'altra primavera.

Per quello che riguarda il discorso neofiti guarda che fino a tre o quattro mesi fa io ne sapevo proprio poco, ci ho solo messo un po' di passione, ho letto tanto e cerco di mettere in pratica quello che imparo per non dimenticarlo più e per fare le mie esperienze che sono neccessarie anche sbagliando.
Buon bonsai e vedrai che si prendono belle soddisfazioni se si ha costanza :wink: :D
Immagine
Avatar utente
gianfri
Utente molto attivo
 
Messaggi: 3973
Iscritto il: 30 apr 2006, 12:56
Località: Lago Maggiore - NO

Messaggioda OKR » 6 lug 2006, 18:38

camux ha scritto:problema identico e cause....non troppo chiare.
Punte delle foglie secche che inizialmente pensavo dovessero essere in crisi per le radici sempre inzuppate.
Rinvasato dopo poco ha superato il rinvaso ma la cresita non è continuata e le foglie continuano a seccare dalla punta verso l'attaccatura che dite?
Ah dimenticavo, annaffio solo quando la akadama è secca e uso 66 f!
Grazie
:shock: Ho atteso un pò gli sviluppi.. e sono giunto a queste conclusioni :
1) Credo che non solo l'esposizione al sole sia deleteria, ma anche il vento in giornate particolarmente calde... Credo che l'effetto "fon" sia peggiore che l'esposizione diretta (almeno del mattino)
2) Sicuramente se si decide di innaffiare dall'alto con una bottiglia... come feci io pensando di simulare la pioggia, si danneggiano le foglie (sopratutto se lo si fa alle 18,30 circa , ancora troppo caldo). Io per quello che ho potuto vedere eviterei anche di vaporizzare... acqua alle radici.
3) se la foglia é irrimediabilmente compromessa (già tutta secca), tagliala (eseguendo il daglio vicino alla foglia) dopo 2/3 giorni cadrà secco il suo collegamento al ramo e una piccola gemma si presenterà. (Magari inizia con la punta di un rametto per prova).
Io sono a questo punto, ora spero che le nuove gemme nascendo non secchino...
Annaffio un pò tutte le sere lasciando il terreno umido, per il resto nessun cambio di posizione / esposizione... Speriamo in bene.
Ciao a tutti OKR
OKR
 

Messaggioda taddeus » 6 lug 2006, 23:51

Mah, io nebulizzo spesso, seppur leggermente, la sera ed ho avuto problemi solo sull'atropurpureum piu' esposto al sole. Deshojo,viridis e burgerianum in piena forma , che cacciano in continuazione, a parte qualche foglia bruciacchiata. Al mattino, spesso, nebulizzo a pioggia , con getto un po' piu' violento. Prova a tenerlo piu' riparato.
Avatar utente
taddeus
Utente Abituale
 
Messaggi: 186
Iscritto il: 19 lug 2005, 10:06
Località: Pavia

Messaggioda OKR » 7 lug 2006, 15:26

taddeus ha scritto:Mah, io nebulizzo spesso, seppur leggermente, la sera ed ho avuto problemi solo sull'atropurpureum piu' esposto al sole. Deshojo,viridis e burgerianum in piena forma , che cacciano in continuazione, a parte qualche foglia bruciacchiata. Al mattino, spesso, nebulizzo a pioggia , con getto un po' piu' violento. Prova a tenerlo piu' riparato.
già... il mio terrazzino é aperto da tutti i lati, tranne la copertura superiore a tetto (non a loggia quindi) e in posizione ventilata... Ho quindi l'impressione che questo amplifichi lo shock termico. Ti chiederei se hai identificato il motivo di quella "qualche foglia bruciata" se ti sembra a causa di esposizione solare o ....?
Inoltre mi chiedo, può l'età della pianta influire sulla sua resistenza a certe condizioni ? O dove é cresciuta (prima che l'acquistassi)?
Grazie per le tue indicazioni, mi é utilissimo sapere che in condizioni migliori la nebulizzazione o l'innaffio "più violento2 a pioggia non fa danni... (P.S. a che ora del mattino e della sera - giusto per avere idea della temperatura che hai in quel momento)
Ancora grazie OKR
OKR
 

Messaggioda Ospite » 10 lug 2006, 15:51

il problema della nebulizzazione non è la violenza con cui cade l'acqua a meno di non essere in presenza di una pianta delicata altrimenti al primo temporale si romperebbero tutte piante. il problema sta nel bagnare le foglie quando ancora c'è il sole perchè l'EFFETTO LENTE cuoce le foglie. Queste vale per qualsiasi pianta, prato o fiore. Io ho un acero nano in giardino ormai da molti anni e pur essendo in liguria si è preso vento pioggia forte e neve e ogni anno è più bello di quello prima, io in questo periodo molto caldo annaffio a giorni alterni direttamente con la manichetta dell'acqua a cascata. Se da te è molto caldo potresti provare a discostare un pò i vasi dal muro: la cessione di calore potrebbe dargli un quantità superiore di calore che sicuramente non fa bene, meglio il sole con un pò di vento.
Ospite
 

Messaggioda OKR » 10 lug 2006, 17:22

galadriel70 ha scritto:il problema della nebulizzazione non è la violenza con cui cade l'acqua a meno di non essere in presenza di una pianta delicata altrimenti al primo temporale si romperebbero tutte piante. il problema sta nel bagnare le foglie quando ancora c'è il sole perchè l'EFFETTO LENTE cuoce le foglie. Queste vale per qualsiasi pianta, prato o fiore. Io ho un acero nano in giardino ormai da molti anni e pur essendo in liguria si è preso vento pioggia forte e neve e ogni anno è più bello di quello prima, io in questo periodo molto caldo annaffio a giorni alterni direttamente con la manichetta dell'acqua a cascata. Se da te è molto caldo potresti provare a discostare un pò i vasi dal muro: la cessione di calore potrebbe dargli un quantità superiore di calore che sicuramente non fa bene, meglio il sole con un pò di vento.
Grazie, all'effetto lente non avevo proprio pensato...
In effetti ho visto altri aceri come il mio anche piantati in terra e quindi esposti a tutte le intemperie ma stavano benissimo... :shock:
D'altro canto il muro é in pietra a vista, lontano 1,60 m e il terrazzo ha la balaustra in metallo, quindi apertissimo... c'e' sempre vento avendo la collina a 300 metri a desta e la vallata sulla sinistra.. Purtroppo quindi spostarlo non posso...
Ora stà ributtando, hai consigli per le foglie novelle? Considerando che non riesco ad obreggiarlo... Qualcuno mi ha detto :" non sarà mal bianco" da quello che ho letto su questo forum non mi sembra, ma c'e' un modo per riconoscerlo con certezza, visto che in un'acerino alcune foglie (4/5) sono sopravvisute intonse ? Se fosse malbianco avrebbero dovuto contagiarsi tutte (possibile che se ne salvino 5 su tutti e due gli alberini :shock: )
Grazie per il consiglio Ciao OKR
OKR
 

Messaggioda Ospite » 10 lug 2006, 17:38

no non credo sia mal bianco ma solo un problema di temperature. Ho notato anche sul mio l'arricciamento e la disseccazione delle punte ma se osservi bene dovrebbero essere solo le foglie + esterne, cioè quelle + esposte al sole, io ti direi di rimuoverle semplicemente staccandole dall'attaccatura cosìcche nascano quelle sul nodo.
Ospite
 

Messaggioda OKR » 10 lug 2006, 18:16

galadriel70 ha scritto:no non credo sia mal bianco ma solo un problema di temperature. Ho notato anche sul mio l'arricciamento e la disseccazione delle punte ma se osservi bene dovrebbero essere solo le foglie + esterne, cioè quelle + esposte al sole, io ti direi di rimuoverle semplicemente staccandole dall'attaccatura cosìcche nascano quelle sul nodo.
OK OPERO E POI TI SO DIRE... LA COSA CHE PIU' MI FA IMBESTIALIRE E' CHE STO FACENDO SOFFRIRE QUESTO POVERO ACERO SOLO PERCHE' SULL'ETICHETTA QUALCUNO HA SCRITTO : "NON BRUCIA" E ANCORA : "ESPOSIZIONE : PIENO SOLE". SE AVESSI IMMAGINATO CHE NON RISPONDEVA AL VERO (O CHE PIENO SOLE NON SIGNIFICAVA TERRAZZIONO IN PIENO SOLE) E QUEST'ACERO "SOFFRE" COME TUTTI GLI ALTRI IL CALDO (NON BRUCIA PER ME VOLEVA DIRE PIU' RESISTENTE) L'AVREI LASCIATO AL NEGOZIO... MA ORA E' MIO E DEVO FARLO SOPRAVVIVERE, PURTROPPO PER LUI NELL'UNICO POSTO CHE HO...
SCUSATE LO SFOGO MA SARO' CREDULONE MA ALL'ETICHETTA AVEVO PROPRIO CREDUTO... :shock:
OKR
 

Prossimo

Torna a Coltivazione Bonsai e Prebonsai

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Yahoo [Bot] e 3 ospiti